Defibrillatori obbligatori: nuova legge per trasporti, istruzione e pubblica amministrazione

21 Febbraio 2022

Si scrive DAE, si legge defibrillatore e significa la possibilità di salvare vite umane. Già perché l’arresto cardiaco è improvviso e può avvenire ovunque, in qualsiasi momento. Quando questo succede la migliore possibilità di sopravvivenza della vittima è la RCP (rianimazione cardiopolmonare) immediata e un soccorritore con un DAE (Defibrillatore Automatico Esterno).


La nuova legge 116 del 4 agosto 2021, “Disposizioni in materia di utilizzo dei defibrillatori semiautomatici e automatici”, pubblicata in Gazzetta Ufficiale il 13 agosto 2021, ha stabilito di diffondere i defibrillatori e la cultura della cardioprotezione, individuando luoghi pubblici per l’installazione e nuove norme per l’utilizzo e la gestione dei DAE.


Chi deve dotarsi di un defibrillatore? Scuole e università, aeroporti, stazioni ferroviarie, porti, autobus, treni, navi, aerei e anche gli uffici della pubblica amministrazione. In generale, vengono menzionati i «mezzi di trasporto che effettuano tratte con percorrenza continuata, senza possibilità di fermate intermedie, della durata di almeno due ore».


Il tutto entro il 31 dicembre 2025. Inoltre la legge invita caldamente a incentivare l’installazione dei DAE nei centri commerciali, nei condomini, negli alberghi e nelle strutture aperte al pubblico.


Cosa sono e come funzionano i defribrillatori-DAE

I defibrillatori non sono tutti uguali e si differenziano sostanzialmente in due categorie: defibrillatori automatico esterno e defibrillatori semiautomatico esterno. Il DAE è un dispositivo salvavita che riconosce le alterazioni del ritmo della frequenza cardiaca ed è in grado di erogare – se necessario e possibile – una scarica elettrica al cuore, azzerandone il battito e, successivamente, ristabilendone il ritmo. Un defibrillatore, generalmente, è composto da due elettrodi che devono essere posizionati sul torace del paziente (uno a destra e uno a sinistra del cuore) e da una parte centrale dedicata all’analisi dei dati da essi trasmessi.


I defibrillatori ZOLL: perché sceglierli

I DAE ZOLL forniscono supporto durante tutto il processo di RCP con guida e feedback in tempo reale sulla velocità e la profondità di compressione. Questo aiuta i soccorritori a fornire la miglior RCP possibile per aumentare le possibilità di sopravvivenza di una vittima. Nessun altro DAE supporta i soccorritori con un feedback integrato e in tempo reale sulla velocità di compressione e sulla profondità come i DAE di ZOLL.

Una serie di auto-test automatici e regolari permette di verificare il corretto funzionamento del DAE, della batteria e degli elettrodi, così da essere sicuri di avere i dispositivi pronti all’uso quando necessario.

Inoltre, ZOLL ha in dote un modello che dà indicazioni audio anche in lingue straniere, perfetto per quelle applicazioni, come i bus turistici, dove è altamente probabile che a maneggiare il DAE possa essere una persona che non parla l’italiano.

Pioniere nell’ambito della tecnologia per la rianimazione, da oltre 25 anni ZOLL supporta l’azione di primi soccorritori ed eroi inaspettati in tutto il mondo.


Clicca qui per scoprire la nostra gamma di DAE e contattaci per farti spiegare dai nostri esperti cosa occorre considerare nella scelta di un defibrillatore.